Errori in bolletta

L’eterna lotta contro gli errori in bolletta. Una guida su come evitarli.

L’immagine ricorrente, con una immediatezza che ha del cinematografico, uguale a se stessa da persona a persona, è questa: apriamo la cassetta delle lettere, intuiamo che fra la posta c’è una bolletta – una sensazione che di per sé vale un certo disagio – apriamo la busta e sbirciamo il totale con apprensione, e velocemente, come se una rapida occhiata non possa nuocere. Eppure il totale è lì, nero su bianco. Ma andiamo oltre, perché non ci accontentiamo: puntiamo i gomiti sul tavolo e passiamo in rassegna tutte le voci di costo, facendoci del male, perché abbiamo il rinnovato sentore (e anche questa è una storia ciclica) che la cifra a debito sia troppo alta. È possibile che i nostri consumi siano stati così sostenuti da giustificare una tale spesa?

 

Errore o non errore?

Beh, qualche volta è possibile: nonostante tutte le attenzioni, abbiamo forse ecceduto, vuoi per necessità o per semplice disattenzione. E poi, non bisogna dimenticarlo, il costo delle utenze è in rapida ascesa in linea con i rincari delle materie prime: è spiacevole, ma inevitabile (ne abbiamo già parlato qui). Del resto non è possibile tenere sempre tutto sotto controllo: noi di Billoo lo sappiamo bene, e siamo al vostro fianco proprio per darvi costante supporto nella gestione delle utenze, vigilando che ciò che pagate sia sempre il giusto, e che i costi di mercato siano corretti. Questo è già un punto chiave, per la “salute” vostre bollette, per non incappare in una serie davvero varia di imprecisioni ed errori che si ripercuote – naturalmente! – sui vostri portafogli. Sappiamo che siete impazienti di sapere che cosa può andare storto, quindi non indugiamo oltre.

 

Le comuni insidie in bolletta

Partiamo dalle basi: come funziona, a grandi linee, una bolletta? Una bolletta è regolamentata a livello di Authority, definita cioè nella sua ossatura dall’Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente. A garanzia del cliente e della trasparenza deve infatti comprendere, fra le varie voci, una serie di componenti ben definite nella struttura, nel prezzo e nella frequenza di aggiornamento rispetto alla normativa di settore; può poi presentare prezzi particolari e sconti decisi in una specifica contrattazione tra il cliente e il proprio fornitore (ad esempio, condizioni agevolate per un certo periodo di tempo, abbattimento di alcuni oneri per i nuovi clienti, ecc). Rispetto a ciò, si intuisce dove possano annidarsi alcune imprecisioni, nonostante la ferrea impostazione: può accadere, per esempio, che le tariffe non siano costantemente aggiornate, e di conseguenza applicate secondo la normativa; ancora, è possibile che la struttura di una bolletta molto personalizzata nelle voci di costo confonda un occhio non attento o non al passo con le evoluzioni del settore, sviando l’attenzione da errori grossolani. Cosa, peraltro, normalissima: se prestiamo attenzione all’applicazione di condizioni che abbiamo personalmente negoziato è facile perdere di vista altri aspetti di cui abbiamo minore consapevolezza. Un altro errore, infine, è rintracciabile nei costi delle materie prime – come abbiamo anticipato – anch’essi non aggiornati o non in linea con i relativi oneri che, alla fine, precipitano sulle nostre spese: questa è la fattispecie più comune, su cui Billoo si trova spesso a intervenire informando l’utente dopo adeguate verifiche.

 

Un po’ di numeri non fanno mai male

Per contestualizzare un po’ meglio quello che abbiamo detto, si può dare un rapido sguardo ai numeri. Billoo ha rilevato che in media il 35% delle fatture richiede approfondimenti: il che, pur non essendo un aspetto in assoluto negativo – perché non è detto che a ogni ispezione corrisponda un problema – dovrebbe mettere in guardia. Certo, non tutti i fornitori hanno la medesima linea di condotta: ce ne sono di molto virtuosi, per i quali più dell’80% delle fatture risultano corrette senza approfonditi scandagli fra tutte le voci di costo; altri, al contrario, sono decisamente meno precisi, e collezionano una fitta serie di fatture con aspetti da chiarire per una stima complessiva che sfiora il 90%. Qui, come si può immaginare, è più facile trovare qualcosa che non torna. In media, gli importi oggetto di approfondimento incidono con evidenza sulla fattura per circa il 2%, ancora con una notevole variabilità a seconda del fornitore: le imperfezioni dei meno virtuosi possono incidere sui costi finali fino al 45-50%. Come a scuola, noi di Billoo rileviamo tutti gli errori e diamo un voto alle vostre bollette: è partendo da queste evidenze che, periodicamente, tiriamo le somme ed elaboriamo le nostre statistiche. Ebbene, il voto medio per le bollette del 2012 è 5,1: una insufficienza piena. È inutile specificare, fra l’altro, che i fornitori più imprecisi – con importi da chiarire molto alti – hanno una pagella in costante profondo rosso.

 

Ho trovato un errore: che faccio?

Insomma, la tanto temuta imprecisione nel computo delle spese la sospettiamo, e non ci diamo pace: facciamo bene, perché batterci per un sano approfondimento non può che giovare. Certo, è un impulso semplice da concepire, ma difficile da perseguire. Avere infatti qualche difficoltà a capire autonomamente dove sia realmente l’inghippo, è normale: non si può conoscere ogni variazione di mercato e ogni aggiornamento di normativa che sposta l’ago della bilancia della nostra bolletta, a meno che non si faccia questo di mestiere. E indovinate un po’? Billoo è del mestiere, e accorre in aiuto veloce come la luce! Si butta a capofitto in un controllo attento su tutti i vostri addebiti, e mette a nudo ogni fattura confrontando i costi effettivi con le attuali condizioni di mercato. E questo per ogni singola bolletta, mese dopo mese, in modo tale che la correttezza delle vostre spese sia continuativa, senza più brutte sorprese.

Volete sapere come Billoo vi rimette in sesto i conti di luce e gas? Nel caso di veri e propri errori di fatturazione, può recuperare totalmente il maltolto con opportune azioni nei confronti del fornitore, in tempi congrui. Invece, nel caso di importi non dovuti da normativa, Billoo si muove con una procedura più evoluta per verificare se tutto quello che avete pattuito con il vostro fornitore sia veritiero, ben scritto e ben applicato. In questo caso, non sempre gli importi sono totalmente recuperabili; capita però che le tariffe che concorrono alla formazione dei prezzi applicati non siano correttamente intese, perché non specificate con dovizia di particolari, siano esse giuste o viziate nel calcolo. Billoo sarà quindi tempestivo nel fare chiarezza, così che possiate decidere come regolarvi nei confronti del vostro fornitore, nelle logiche del libero mercato. Confrontare le soluzioni alla ricerca della più vantaggiosa per il vostro profilo di consumi è sempre un nostro compito!

 

Da Billoo sei il benvenuto!

La bolletta è sempre puntuale e vi aspetta nell’ombra (della cassetta delle lettere)? Per battersi ad armi pari basta essere più tempestivi, sottoscrivendo un abbonamento a Billoo! Sguainate il vostro smartphone e scaricate l’app, o accedete dal Web: bastano pochi passaggi per affidarci tutte le preoccupazioni riguardo alle vostre utenze! Potete decidere, tra l’altro, come preferite organizzarvi: caricando una fattura e un documento di identità avrete modo di dare mandato a Billoo di pensare a tutto in autonomia, aspettando solo una nostra valutazione o eventuali avvisi in caso di azioni da intraprendere (sempre nel vostro interesse). Altrimenti, potete caricare mese per mese le bollette che arrivano: la sostanza non cambia, perché il nostro intervento sarà ugualmente tempestivo e puntuale.